mercoledì 26 ottobre 2016

My skincare routine...again!

Dopo la fine dell'estate torno con un nuovo post sulla skin care routine perché ovviamente con la stagione calda ho cambiato tutti i prodotti viso e fare post di questo tipo mi sembra una buona occasione per parlarvi di nuovi prodotti e come hanno funzionato insieme. I prodotti che vi racconterò però non sono adatti unicamente all'estate, ma possono essere tranquillamente utilizzati anche in inverno se, come me, avete una pelle normale che tende ad essere grassa. 




























Il detergente del cuore di questo periodo è stato l'Aloeschiuma viso della Bioearth, comprato senza
particolari aspettative su suggerimento dalla ragazza della bioprofumeria, ma che finora mi ha sempre dato ottimi consigli. Anche questa volta infatti non ha deluso la mia fiducia perché è stato il miglior detergente viso di sempre, non sono riuscita a trovargli nessun difetto! Si tratta di un detergente a base di calendula e malva, dalle note proprietà antinfiammatorie, ottimo se avete una pelle impura che tende alla formazione di brufoletti. Il profumo è dolce senza essere zuccheroso o stucchevole, mi piace tantissimo e ve lo dice una che è veramente esigente per gli odori dei prodotti viso. In origine questo detergente è viscoso, però grazie alla pompetta fuoriesce in forma schiumosa che ne trasforma la consistenza. La schiumetta prodotta è perfetta per essere massaggiata sulla pelle, senza che vada sprecato del prodotto o che sporchi i capelli vicino alla fronte perché affatto appiccicoso.
Un altro grandissimo pregio è che, uscendo già sotto forma di schiuma, si risparmia molto prodotto e questo detergente vi durerà per tantissimo tempo (ce ne sono 200 ml al suo interno). La pelle è perfettamente pulita dopo la detersione senza diventare secca o tirare perché questo detergente non è affatto aggressivo, si risciacqua facilmente e in più ha una confezione rosa/viola, cosa si può volere di più?



La crema viso dell'ultimo periodo è la Creme Legere Hydratante della Sò Bio che onestamente non è piaciuta granché. Sulla confezione viene descritta come una crema leggera che dona un'idratazione lunga 24h e adatta a pelli normali e miste, ma non sono affatto d'accordo poiché avendo io una pelle mista non l'ho trovata affatto leggera. Ho pensato che la causa fosse che la crema essendo bio avesse al suo interno una maggiore quantità di sostanze "grasse" ed oleose. Quando la usate è come se lasciasse una patina lungo i bordi del viso fin dove avete applicato la crema, inoltre se le temperature iniziano ad essere un po' più alte diventa troppo pesante e i miei pori la sputano letteralmente fuori. Nonostante la consistenza un po' pesantina non mi ha dato problemi di brufoli e non mi ha reso più lucida o grassa. L'odore è gradevole e delicato, probabilmente anche grazie alla presenza dell'aloe. Mi sento di consigliarvela se avete una pelle piuttosto che ha bisogno di un'idratazione continua o al massimo se avete una pelle normale, ma da usare durante i mesi più freddi.



Il tonico del periodo è stato l' Oil-free toner della Kiehls, un regalo ricevuto per natale che ho usato soltanto questa estate perché sono sempre stata molto diffidente verso i tonici, solo di recente ho iniziato ad usarli con costanza. Questo tonico dovrebbe aiutare la pelle a lucidarsi meno e a rimanere più opaca, ma personalmente non ho notato degli effetti particolarmente evidenti, forse perché usandolo in estate non gli ho permesso di essere molto performante. D'altra parte quando ci sono 34° penso sia impossibile impedire alla pelle di lucidarsi! Dopo averlo tamponato sul viso avevo la sensazione che la pelle più "asciutta" senza però seccarla, come se il tonico avesse assorbito lo strato superficiale di grasso della pelle. Un consiglio che vorrei fare alla Kiehls riguarda la confezione con cui ho avuto qualche problema: purtroppo la chiusura non è particolarmente ermetica e trasportandolo nel beauty delle vacanze, o più semplicemente mettendolo in orizzontale, c'era tanta fuoriuscita di prodotto. Ho ritrovato spesso il beauty e anche gli altri prodotti in esso contenuti sporchi di tonico, mandandone così molto sprecato ed è un vero peccato. 





L'ultimo prodotto di cui vi parlo è il contorno occhi, quello che ho usato questa estate è la Crema Contorno occhi Rehydrate per occhi sensibili della Eau Thermale Jonzac. Devo dire che mi sto trovando molto bene, la texture è cremosa, ma al tempo stesso molto leggera. La confezione ha un erogatore a pompetta che trovo molto igienico e la quantità che ne fuoriesce è perfetta da utilizzare su entrambi gli occhi senza che ci siano sprechi. La crema si assorbe abbastanza velocemente ma permette di fare un massaggio nella zona così da aiutare a sgonfiare le borse, ma non favorisce la formazione degli antiestetici grani di miglio. 
Non conoscevo affatto questo marchio, come al solito me l'ha consigliato la proprietaria della bioprofumeria dicendomi che in Francia è un brand che viene venduto in farmacia (come potrebbe essere la Roche-Posay per intenderci) e che i loro prodotti sono realizzati a base di acqua termale perciò ne sono stata molto incuriosita. 
Eccoci qua, abbiamo concluso questo post di rassegna periodico dei prodotti da skin care, 

3 commenti:

  1. Anche io mi trovo bene con i prodotti all'aloe!...ma invece per quanto riguarda le maschere...quella T'ai Chi dell' Herborist l'hai mai provata??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No non la conosco! Si trova da Sephora o ricordo male? Come ti ci trovi tu?

      Elimina
    2. Sì da Sephora, ma non l'ho ancora provata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...